1 settembre 2012

MOVIDA 2

Nella notte alcuni tifosi granata, della Juventus e della formazione abruzzese hanno dato vita a un tafferuglio in un locale del capoluogo piemontese. All'arrivo della polizia alcuni supporter sono stati denunciati, un 22enne è finito in manette

TORINO - Un ring in pieno centro a Torino, peccato che le scazzottate non fossero autorizzate, per così dire. Maxi rissa questa notte in Piazza Vittorio, nel capoluogo piemontese, dove alcuni ultras di Torino, Juventus e Pescara (arrivati in Piemonte per assistere alla gara degli abruzzesi contro i granata, ndr) sono venuti a contatto. Le tre tifoserie hanno prima iniziato a stuzzicarsi con alcuni sfottò, poi l'alcool ha fatto il resto. La rissa, iniziata all'interno di un locale della zona della movida torinese, è quindi degenerata per strada: danneggiato il locale e alcune auto parcheggiate. Diversi i feriti che si sono fatti medicare negli ospedali cittadini.

ARRESTO UN PESCARESE - A calmare gli animi è arrivata la Polizia che ha arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e denunciato per rissa aggravata e oltraggio a pubblico ufficiale un tifoso del Pescara di 22 anni. Denunciati anche un ultras della Juventus di 18 anni, per rissa aggravata e oltraggio a pubblico ufficiale, e un sostenitore del Toro di 37 anni per favoreggiamento (per aver dato un passaggio con la propria auto ad alcune persone coinvolte nella rissa). Il 37enne è stato anche multato per guida in stato di ebbrezza.

Nessun commento: