10 agosto 2012

ULTRAS LIBERI

Bari, 8 ago. - (Adnkronos) - Tornano in liberta' i tre capi ultras del Bari, Alberto Savarese, Roberto Sblendorio e Raffaele Loiacono, che furono arrestati dai carabinieri nello scorso maggio, nell'ambito della prima inchiesta sul calcio scommesse, con l'accusa di aver minacciato i giocatori biancorossi per far perdere le gare con il Cesena e la Samp del campionato di serie A del 2010. Si trovavano ai domiciliari. I primi due erano stati anche per un breve periodo rinchiusi in carcere. Intanto l'inchiesta bis della Procura di Bari sul calcio scommesse prosegue senza soste: stamane sono stati interrogati nella caserma dei carabinieri altri tre giocatori, due di serie A. Si tratta dell'attaccante Paulo Vitor Barreto, di Davide Lanzafame e dell'attuale centravanti del Bari, Francesco Caputo. I tre sono indagati con l'accusa di concorso in frode sportiva. La partita che per gli inquirenti sarebbe stata truccata e' Salernitana-Bari del 2009, ma ci sono sospetti su almeno altre quattro sfide, di cui una di serie A, Parma-Bari.

Nessun commento: