29 agosto 2012

OCCHIO AL BARBARO

Le scorte degli Ultras del calcio pesano anche oltre i 40 milioni di euro (dato fornito di recente dal SIULP, il sindacato delle forze di polizia). A questa cifra bisogna aggiungere infatti quella collegata alle spese sostenute dagli Enti locali per garantire la viabilità nei luoghi delle gare. Quindi la "cifra-scandalo! portata alla luce ieri dall'agenzia Sporteconomy è destinata a crescere. A questo punto, come correttamente sottolineato dal deputato FLI Claudio Barbaro, è tempo che i presidenti dei club prendano coscienza di questo problema iniziando a pagare i costi in esame (al momento addebitati invece al contribuente-medio italiano). 
Purtroppo credo che il costo della sicurezza legata alle partite di calcio sia superiore rispetto alla cifra citata dal SIULP; ai 40 milioni di euro di cui si parla dovrebbero infatti essere aggiunte ad esempio anche le spese sostenute dagli Enti Locali per garantire la viabilità nei luoghi delle gare. La cifra potrebbe quindi aggirarsi attorno alle centinaia di migliaia di euro e sono i cittadini, tifosi e non, a doverla sostenere”.

Così commenta i dati sui costi sostenuti per garantire la sicurezza in occasione delle partite di calcio Claudio Barbaro, deputato FLI e relatore alla Camera della legge stadi da sempre impegnato sul campo dei temi di politica sportiva, aggiungendo:

Alla luce di questi elementi, e come sostengo da diverso tempo, è improrogabile una riforma dell’intero sistema calcistico. Quegli stessi club che hanno beneficiato di un trattamento morbido da parte dello Stato come in occasione del decreto spalma-debiti, devono ora condividere con questo l’onere di garantire la sicurezza e l’ordine pubblico. Se riescono a trovare risorse per ingaggi milionari perché dovrebbero avere difficoltà a contribuire alla sicurezza dei cittadini durante le partite?”

Nessun commento: