11 agosto 2012

INTER-HAJDUK

Gli ultra dell'Hajduk Spalato ieri sera a San Siro. Ansa
Gli ultra dell'Hajduk Spalato ieri sera a San Siro. Ansa
Sono andati a processo per direttissima presso il Tribunale di Milano ventotto dei trentatre ultra dell'Hajduk Spalato fermati dalla polizia ieri sera per gli incidenti scatenati intorno allo stadio San Siro. I sostenitori croati avevano scatenato la follia, tentando di aggredire i tifosi dell'Inter poco prima dell'inizio della partita di Europa League. Ieri sera, la polizia aveva arrestato un tifoso croato, fermandone in tutto trentatre. Il bilancio delle tre udienze è di tre condanne (a 3, 4 e 6 mesi con pena sospesa) e 25 assoluzioni: i 28 sono tutti liberi.
le accuse — I croati sono stati accusati di resistenza a pubblico ufficiale, accensione di fumogeni e altri reati per gli scontri avvenuti fuori da San Siro: ieri sera la polizia ha accompagnato in Questura 33 persone di cui 5 sono state rilasciate - una è stata indagata a piede libero - e 28 sono state arrestate.
liberi — Questa mattina, al termine della prima udienza, sono stati assolti e scarcerati dal giudice Beatrice Secchi dieci tifosi, 6 di nazionalità croata e 4 francesi, arrestati ieri sera con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale. Nel processo per direttissima lo stesso pm aveva chiesto di non applicare misure cautelari a causa della difficoltà a individuare i responsabili dei disordini. Nel pomeriggio, poi, sono stati assolti con formula dubitativa, ma ugualmente scarcerati, altri dieci dei ventotto tifosi fermati ieri sera: i dieci tifosi, tedeschi e francesi di origine croata e croati, tutti tra i 21 e i 26 anni, sono stati assolti al termine della seconda udienza per direttissima. In questo caso il giudice, dopo aver convalidato l'arresto, ha assolto gli imputati perché il fatto non sussiste.
condannati — Nella terza ed ultima udienza sono arrivate tre condanne rispettivamente a 3 mesi, 4 mesi e 6 mesi di reclusione con pena sospesa e altre 5 assoluzioni. Il giudice del tribunale di Milano ha quindi assolto cinque degli otto imputati con formula dubitativa, perché non è stato possibile identificarli correttamente, ha convalidato l'arresto e disposto la scarcerazione per tutti.
Gasport

Nessun commento: