3 agosto 2012

GENOANI

L'aggressione nel gennaio scorso. I giocatori vennero sequestrati nello spogliatoio dopo l'ennesimo risultato negativo della squadra e minacciati. I tifosi dovranno rispondere di violenza privata

Sono quattro i tifosi del Genoa indagati dal pubblico ministero Biagio Mazzeo nell'ambito dell' inchiesta sul blitz negli spogliatoi di Pegli avvenuti nel gennaio scorso. A finire nel mirino della Procura in base alle dichiarazioni dei giocatori rossoblù sentiti la scorsa settimana a Bormio e del dirigente Stefano Capozzucca, interrogato ieri dalla Digos, sono Fabrizio Fileni, Sadoki Akkari, Niccolò Cabona e Paolo Taccone.

I primi due sono già stati segnalati per i fatti della follia ultrà di Genoa-Siena. Tutti e quattro i tifosi dovranno rispondere del reato di violenza privata per aver aggredito e minacciato i calciatori del Genoa e i dirigenti all'interno di un piccolo spogliatoio del Pio. Il commando di ultrà, secondo quanto ricostruito dalla Digos, era composto da una quarantina di tifosi.

Nessun commento: