13 luglio 2012

Ultrasblog 2.0

Poche cazzate, giusto un saluto e poi si riparte, dopo 13 mesi di silenzio. Ultrasblog racconterà gli ultras, gli ultimi sopravvissuti di tutte le categorie e quelli che li scimmiottano penosamente in quasi tutti gli stadi di serie A ma anche gli altri ultras, quelli che sono oltre il panciafichismo generale e sono all'avanguardia delle lotte per la trasformazione della società. Ultrasblog racconterà quindi le storie dei rompicoglioni, degli indisponibili e dei disobbedienti. Questa volta non ci saranno collaboratori, la grafica sarà esangue e le energie del curatore gravemente inficiate da un infarto non molto remoto nel tempo. Il cuore batte ancora, tranquilli. Grazie agli amici di Sportpeople per avermi ospitato. Grazie a tutti quelli che non avevano dimenticato Ultrasblog. Un saluto speciale alla Digos che avrà un altro sito da spulciare, altro lavoro da fare, lavoro di merda ovviamente. Presto questo blog sarà anche un programma radiofonico in streaming ma ogni cosa a tempo debito. Ri/cominciamo. Vincenzo

Nessun commento: