29 luglio 2012

CURVA NORD LIVORNO

La curva Nord dello stadio 'Picchi' di Livorno, cuore pulsante del tifo amaranto, non chiuderà, l'obiettivo della società è creare un ambiente compatto per "una tranquilla salvezza attraverso il bel gioco". Lo ha detto il direttore tecnico del club, Attilio Perotti, annunciando anche la prossima apertura della campagna abbonamenti.
 
Nelle scorse settimane erano state le parole del patron, Aldo Spinelli, confidate a un quotidiano sportivo, a riaccendere le polemiche tra società e tifoseria: "Chiudo la curva Nord - aveva detto più o meno il presidente - e così risparmio sul costo degli steward". Un affronto intollerabile per molti tifosi già delusi da un mercato che non accende gli entusiasmi ("se non vi piace questo spettacolo - ha detto Spinelli agli ultrà durante un recente faccia a faccia - potete sempre andare al cinema").
 
 
Ora Perotti prova a ricucire: "Lo scorso anno - spiega il direttore tecnico - abbiamo dovuto lottare contro diversi fattori esterni, non ultimo la morte di Morosini, e ci siamo salvati solo all'ultima giornata perché abbiamo trovato unione di intenti e determinazione. Ecco, dovrà essere così anche quest'anno: tutti uniti tifoseria, media e società per il bene del Livorno. L'obiettivo è quello di fare un campionato che ci consenta di arrivare, attraverso un bel gioco, a una tranquilla salvezza". Intanto, Perotti ha anche annunciato che il club ha preso in gestione per tre anni i campi del 'Centro Sportivo di Stagno', che saranno la sede di allenamento delle squadre giovanili. "E' il segnale - ha concluso il direttore tecnico - che il Livorno guarda avanti cercando di programmare al meglio il suo futuro".

Nessun commento: