24 luglio 2012

CI SONO ANCHE GLI ULTRAS DEL TOPOLINIA FOOTBALL CLUB

Gli Ultras della squadra di calcio con inglesi e francesi nel network contro la Tav in val di Susa



La notizia filtra da ambienti investigativi dopo gli scontri di sabato notte. L'organizzazione sarebbe curata dal centro sociale Askatasuna di Torino
Ci sono anche inglesi e francesi, accanto a nomi noti dell'anarchismo come quello di Massimo Passamani e persino a ultras del Livorno, fra i simpatizzanti No Tav che in questi giorni sono arrivati in Valle di Susa per prendere parte alle iniziative di protesta contro la ferrovia Torino-Lione.

La Digos di Torino, nelle indagini sui protagonisti degli scontri dei giorni scorsi, sta vagliando la posizione di almeno una sessantina di persone, alcune delle quali giunte in Valle la sera stessa di sabato per prendere parte all'assedio del cantiere.

Molti degli attivisti provengono dalle regioni del Centro e del Nord-Italia (Piemonte, Lombardia, Emilia e Lazio), ma ci sono anche alcuni siciliani. Quella che in Questura definiscono la componente anarco-insurrezionalista fa riferimento a Passamani, di Rovereto (Trento), che è stato notato, cinque giorni fa, a una manifestazione No Tav davanti a un albergo di Sestriere (Torino) che ospita le forze dell'ordine.

Gli investigatori ritengono che il centro sociale torinese Askatasuna, con il suo "network nazionale autonomia operaia", abbia un ruolo centrale nel tenere i contatti con gli attivisti non valsusini che intendono raggiungere la Valle: un incarico conferito durante l'assemblea popolare dei comitati di Villar Focchiardo dello scorso maggio.
LINK 

Nessun commento: