23 giugno 2011

TELEFONINI

Una sorta di guerriglia, durante la gara di ritorno della finale play off contro il Verona, è costata 23 mila euro di ammenda alla Salernitana. I tifosi campani hanno acceso fumogeni, fatto esplodere petardi: uno di questi è scoppiato (ferendolo lievemente ad una gamba) vicino ad un assistente dell'arbitro stordendolo per alcuni minuti con conseguente sospensione della gara.  Ma all' ingresso in campo delle squadre i sostenitori della Salernitana hanno lanciato anche due telefonini, calcinacci, biglie di gomma, bottiglie d'acqua semipiene, lattine vuote ed altri oggetti contro i giocatori del Verona. Un telefonino e una bottiglia hanno colpito un giocatore e il tecnico del Veronma Mandorlini. Il lancio di oggetti è continuato durante la gara e alla fine: colpito il quarto ufficiale di gara e un guardalinee.
Esposti striscioni contro i veronesi, pronunciati cori offensivi. Al termine della partita un gruppo isolato di tifosi ha cercato di assalire il pullman del Verona. La sanzione è stata decisa dal giudice sportivo che ha inflitto anche 10.500 euro di multa all' Atletico Roma impegnato contro la Juve Stabia per la finale dei play off del girone B di Lega Pro. I tifosi romani hanno lanciato bottiglie contro la panchina avversaria e una ha colpito in faccia un giocatore, costringendolo al ricovero in ospedale per accertare eventuali danni ad un occhio. Intonati anche cori di discriminazione razziale. Ammende sono state inflitte anche al Verona (5000 euro) e alla Juve Stabia (1500).

Nessun commento: