13 giugno 2011

HELLAS VERONA-SALERNITANA

Salernitana sconfitta dai rigori, il bilancio di un rigore è una espulsione con un due a zero pesante ma non impossibile per il ritorno a Salerno la settimana prossima è il bilancio della sfida con il Verona per la B una partita tesissima già con gli ultrà. Altra notizia nelle news penisola sorrentina il patron del Sorrento Gambardella potrebbe passare con i granata.
. Gli scontri tra le opposte tifoserie si sono verificati fin dall’arrivo dei supporters granata nella cittá veneta con un bilancio finale di 19 arrestati, dei quali 14 tifosi granata e 5 sostenitori gialloblu. • A rendere la situazione ancora più incandescente lo stop imposto ad un torpedone di sostenitori della Salernitana, bloccato dagli agenti della questura di Verona. I poliziotti in assetto antisommossa hanno provveduto a condurre gli occupanti del bus presso gli uffici della centrale per l’identificazione del caso, preludio a qualche provvedimento ben più serio, vale a dire il Daspo. • La miccia è stata accesa con l’arrivo della gran massa di tifosi granata. Non è bastato un ingente numero di tutori dell’ordine per evitare che le frange più violente del tifo venissero a contatto. I due gruppi di facinorosi si sono scontrati, facendo affidamento su bastoni e spranghe di ferro e c’è stato bisogno di un massiccio intervento delle forze di polizia per evitare che gli scontri degenerassero. Qualche contuso tra le tifoserie e diversi fermi, poi tramutati in arreso presso la questura di Verona. • I poliziotti hanno anche sequestrato petardi, razzi e piccoli quantitativi di sostanze stupefacenti e si è reso necessario l’utilizzo di lacrimogeni per disperdere i facinorosi. Anche durante la gara si sono registrati momenti di tensione sugli spalti del Bentegodi. Nell’anello inferiore del settore occupato dai sostenitori granata la polizia è dovuta intervenire per creare una zona cuscinetto più ampia e spegnere sul nascere le tensioni successive alla prima rete su rigore dell’attaccante di casa Ferrari. • anche il dopo gara. Dopo oltre due ore di attesa i tifosi ospiti hanno lasciato l’impianto di Piazzale Olimpia e si sono verificati incidenti con le forze dell’ordine, schierate per evitare ulteriori contatti con i tifosi gialloblu. I dirigenti della questura sono giá al lavoro per dare un volto ed un nome ai responsabili del pomeriggio di violenza con l’ausilio delle immagini. • I primi riscontri investigativi hanno prodotto ben 19 arresti. Dalle prime notizie raccolte i tifosi della Salernitana fermati ed arrestati successivamente sono originari del quartiere Carmine, mentre altri due sostenitori di Mariconda sono stati sorpresi a lanciare bombe carta contro i supportes del Verona. In serata poi l’episodio del bus bloccato e condotto alla centrale per gli accertamenti del caso e l’identificazione degli occupanti. Insomma, sono rimasti lettera morta gli appelli alla civiltá, lanciati anche dai due sindaci De Luca e Tosi.

Nessun commento: