28 giugno 2011

MUTATIS MUTANDIS

Quando Vincenzo mi propose di collaborare per il blog ne fui molto onorato e lusingato, da allora sono trascorsi poco più di due anni, ma molte, troppe cose sono cambiate.

Come hanno già ampiamente detto i miei fratelli, amici e Ultras Vincenzo e Domenico, tutto ha un inizio ed una fine, ma se è altrettanto vero ciò, io credo che essendo la vita ciclica, prima o dopo sotto altre vesti, ma non mentite spoglie ci rincontreremo, dove e quando non si sa, lo scopriremo solo vivendo.

Il mondo Ultras o meglio dire microcosmo, viste le gesta e la conferma che il motto di circostanza «se i ragazzi sono uniti non saranno mai sconfitti» era una mera illusione, ha visto apparire uno dei tanti striscioni senza gloria, ma ahimè con infamia visti i risultati.

Non sono qui a fare il processo, ma è innegabile il flop che ne è conseguito, con tanto di sottoscrizioni alla tessera del tifoso. Ovviamente non è rivolto a tutti, a chi leggendo gli pruderà il culo bhè si faccia una domanda, a me ad esempio prudono le mani e mi si contorce lo stomaco, non riesco a credere che in un momento storico come questo ognuno abbia pensato al proprio orticello, sfanculando tutto e tutti.

E' dire che bastava poco, sarebbe stato utile almeno per una volta mettere da parte asti vari, senza rinnegare il proprio credo e i propri valori, ciascuno a modo proprio, ma tutti “a modo nostro”. Forse chiedo troppo, forse tutti questi valori millantati non sono altro che una mera illusione, tutti pronti a speculare, ma mai o quasi UNITI.

A volte penso, ma se fossimo davvero stati tutti uniti cosa avremmo mai potuto realizzare? Un singolo uomo in piazza Tien'anmen bloccò un carro armato, figuriamoci noi, con lo stesso cuore, la stessa passione e rabbia di sempre, avremmo preso Bobo, i giullari di corte e la banda bassotti per il cravattino, nel contempo però mi risveglio e dico che sono un inguaribile romantico, un po' nevrotico e utopista.

Quindi come spesso mi è capitato in questi dieci anni di amicizia con Vincenzo, non posso che dargli ragione, è giunto il momento di appendere le scarpe al chiodo, Dome ha scritto “lasciamo ad altri il testimone”, sarò presuntuoso, ma io credo che di questi tempi sia sempre più difficile fare controinformazione, e per lo più senza interessi, se non quello di dire ciò che che si pensa, si vive e con ciò che ne consegue per la coerenza che il caso comporta.

In questi anni di diffide, ferimenti, morti di stato e di infamità, abbiamo contribuito chi più chi meno a scrivere una pagina importante di uno spaccato sociale.

Su e giù per lo stivale per seguire la nostra fede, ma ora è tempo di addii, il blog chiude perché come molti amori anche questo è giunto al capolinea, lo porteremo per sempre nel nostro cuore, senza rinnegare ciò che abbiamo scritto, detto e vissuto, perché è ciò che siamo e saremo per sempre.

La nostra lotta contro le ingiustizie continua, ma “show must go on” in strada, nel luogo di lavoro, a casa e mentre sogniamo, perchè facciamo soprattutto questo, sogniamo un cazzo di mondo dove ognuno di noi possa esprimere ciò in cui crede: nella libertà e nel rispetto del prossimo, senza calpestare i diritti umani.

Fanculo a me che ora sto piangendo, fanculo a chi non lo fa mai, buona lotta a tutti e grazie per avermi letto, sostenuto e criticato in questi anni.


Un epitaffio nel mio stile, a chi piacerà a chi no, ma questo non è importante, ciò che più conta è sentirsi uomini liberi, ed io mi si sento tale.


Vincenzo, Domenico noi ci troveremo a bere, alzando i calici della fratellanza che ci unisce!


Simone Stara


4 commenti:

Anonimo ha detto...

dai ragazzi nn kiudete...m sento un po' in kolpa x aver sempre letto le notizie e mai commentato....qsto blog era l'unico ke dava voce al mondo ultras d qlsiasi categoria....nn mollate

Anonimo ha detto...

Sono un collaboratore di una testata nazionale, ogni tanto ho scritto di ultras e ogni tanto voi avete pubblicato i miei articoli. A prescindere da questo, che non è affatto importante, volevo sinceramente complimentarvi con voi.
Un bellissimo blog. Libero, e con la schiena dritta...come gli ultras veri, e la gente della Val di Susa.

Anonimo ha detto...

ragazzi se chiudete la date vinta a quella gente contro cui avete sempre combattutto..detto questo ne approfitto per ringraziarvi x tutto quello che avete fatto e pubblicato. e alzerei con voi il mio bel dito medio per tutti coloro che hanno sottoscritto la famigerata tessera...andate a farvelo stroncare nel culo!

Anonimo ha detto...

NON MOLLATE....ULTRAS CAVA DE TIRRENI