13 giugno 2011

HELLAS VERONA-SALERNITANA

Sul sito della nostra redazione sportiva, sul blog di Gianluca Vighini, sono tante le proteste dei tifosi che ieri si trovavano allo stadio, con i bambini, che hanno accusato la polizia di aver lanciato lacrimogeni senza che ce ne fosse bisogno.
Caio scrive: "complimenti alla polizia...cosa e successo? è successo che i famosi tutori dell'ordine sono venuti fino sotto la sud(chiara provocazione) a sparare lacrimogeni a gruppi di cinque dove c'erano donne e bambini che mangiavano panini. giusto rispondere a chi andava a cercare di caricare i salernicani,ma questo è stato l'ennismo abuso di potere di chi si sente forte con il manganello e il fucile. d'altronde non e la prima volte per la famigerata celere di padova".
Un altro, che si firma "Infuriato è dir poco", scrive: "Vorrei fare i complimenti alla Questura di Verona per come ha gestito l'ordine pubblico alla fine della partita lato piazzale Olimpia(...) Appena giunti in prossimità della porta di maratona uscita disabili vedo a 50 mt all'altezza dell'incrocio con via Sansovino,uno schieramento di poliziotti in tenuta antisommossa che all'improvviso e senza motivo iniziano a sparare lacrimogeni come piovesse (...) Chiedo giustizia per queste persone cittadini NORMALI che hanno dovuto subire tutto ciò. Vorrei chiedere al Sig. Questore chi ha dato l'ordine a questi "esaltati" di sparare questa gragnuola di lacrimogeni".
E la risposta del Questore è arrivata, insieme al bilancio dei feriti, degli arresti, delle denunce.
“E’ stata certamente una giornata che con lo sport non ha avuto nulla a che vedere, ha dichiarato Michele Rosato". "Sia la tifoseria veronese sia quella salernitana hanno voluto ignorare l’appello dei primi cittadini di Verona e Salerno, rispettivamente Tosi e De Luca, ed hanno preferito fare ricorso ad atti di estremo teppismo e gratuita violenza, sia all’esterno che all’interno dello stadio.
E’ vero che le forze dell’ordine per evitare scontri tra le opposte tifoserie, che avrebbero certamente comportato danni fisici alle persone, ha dovuto lanciare lacrimogeni ed effettuare cariche di alleggerimento; ci rammarichiamo e ci dispiace che i lacrimogeni hanno creato disagio ai residenti ella zona o ai cittadini in transito proprio dove si operava, ma era necessario intervenire per evitare danni gravi anche a semplici cittadini .
Il personale ha operato con grande equilibrio e professionalità, non facendosi coinvolgere dalle provocazioni di entrambe le tifoserie”

Nessun commento: