25 maggio 2011

TERAMO-RIMINI

Teramo. Si è rifiutato di unirsi al coro degli Ultras ed è stato letteralmente scaraventato sotto i gradoni della curva sud. E’ quanto sarebbe successo domenica scorsa, in occasione della partita Teramo-Rimini, giocata allo stadio teramano di Piano D’Accio.
Secondo alcune testimonianze, un 40enne evidentemente “alticcio” non avrebbe gradito il rifiuto, da parte di un ragazzino di 14 anni, di unirsi allo sfottò. E per tutta risposta lo avrebbe scaraventato lungo i gradoni. Il ragazzo, fortunatamente, sta bene, a parte qualche contusione: ha riportato un trauma contusivo al gomito sinistro con una prognosi di 30 giorni. Di certo poteva finire peggio.
L’uomo, invece, è stato identificato da personale della Digos, grazie anche alle riprese delle telecamere, ed è stato deferito all’Autorità Giudiziaria. A suo carico verrà ripristinato il provvedimento Daspo scaduto a novembre 2008.
Nel corso dello stesso incontro di calcio, la volante della Polizia ha notato, sulla collina retrostante lo stadio, un tifoso teramano già destinatario di Daspo in corso di validità fino al 27 gennaio 2013, che insieme ad altre persone stava assistendo all’incontro sportivo, ad una distanza di circa 50 metri dall’impianto. L'uomo è stato deferito all’Autorità Giudiziaria competente.

Nessun commento: