31 maggio 2011

ROMA-CHIEVO

(ASCA) - Roma, 31 mag - Denuncia e Daspo per un tifoso romanista di 43 anni che ha aggredito due fratelli di nazionalita' austriaca di 25 e 16 anni lo scorso 23 aprile in occasione dell'incontro di calcio giocato all'Olimpico tra la squadra romanista e il Chievo. Poco dopo l'inizio della partita, spiega una nota della Polizia, l'uomo che si trovava in Curva Sud in compagnia di altri quattro amici, tra cui una donna, ha iniziato ad insultare con tono minaccioso i due giovani. Il ''gruppo'' e' poi passato ai fatti, aggredendo con calci e pugni i due ''malcapitati''. E' stato l'immediato intervento dell'altro fratello delle due vittime ad evitare il peggio. I tre si sono quindi allontanati dallo stadio. La sera stessa, dopo essersi recati all'ospedale per le cure del caso, i tre fratelli si sono rivolti al Commissariato Prati, denunciando l'accaduto. Gli agenti della Digos si sono messi al lavoro e, attraverso le descrizioni fornite dalle vittime e l'esame delle riprese dell'impianto di videosorveglianza dello stadio, sono riusciti a risalire ad uno degli autori del pestaggio. L'aggressore, noto agli investigatori, si era reso gia' in passato protagonista di altri episodi di violenza all'interno dello stadio in occasioni di manifestazioni sportive e gia' sottoposto a Daspo.

Nessun commento: