27 maggio 2011

LA LOTTA DI KLAS

BARI - Era riuscito a guarire da un mieloma due anni fa. All’epoca gli ultras del Bari gli dedicarono tanti cori e uno striscione: «Forza Klas, la Nord ti è vicina». Un incubo che Klas Ingesson dovrà ora affrontare per la seconda volta. Piccole avvisaglie a livello fisico gli avevano fatto capire che c'era di nuovo qualcosa che non andava. «Ho sentito una serie di dolori in tutto il corpo, ma non mi sono spaventato come la prima volta» ha raccontato l’ex centrocampista. Per uno abituato a lottare come lui la sfida è appena cominciata. Sul web sono già stati pubblicati decine di messaggi di sostegno nei confronti del gigante buono da parte di tifosi di Bari,Bologna e Lecce (le squadre in cui ha militato in Italia). Le cure sono iniziate e sembra già che qualche risultato positivo si stia vedendo. «Ho tanto sostegno dai tifosi, che magari neanche conosco, ma che vogliono starmi vicini. Devo lottare: non posso mica restare sdraiato sul letto tutto il giorno».
AMARCORD - Il centrocampista svedese, 43 anni ad agosto, entrò da subito nel cuore dei tifosi del Bari per la sua serietà, impegno e correttezza. Nel capoluogo pugliese Ingesson disputò 94 partite in 2 anni realizzando 11 reti. Indimenticabile, nella memoria dei tifosi biancorossi la doppietta con cui stese il Lecce il 5 aprile del ’97 dando avvio alla strepitosa rimonta che portò i galletti in serie A. Vincenzo Matarrese raccontò cosa avvenne nei giorni precedenti il derby: «Uno dei ricordi più belli che ho fu quello di Ingesson che durante una riunione di spogliatoio in un momento difficile per noi invitò la squadra a ricompattarsi e a tirare fuori la grinta. Dimostrò di essere un grande uomo». Proprio il Lecce fu la squadra con cui il gigante buono concluse la carriera nel 2001 (19 presenze e una rete in giallorosso) lasciando anche qui, nonostante il suo passato biancorosso, un ottimo ricordo.
LA SCHEDA - Klas Ingesson ha cominciato la carriera a 18 anni nell’IFK Goteborg dove in 4 anni ha vinto 2 scudetto e 1 Coppa Uefa. In seguito ha militato in Belgio, Olanda e Inghilterra. Nel gennaio del ’96 è stato acquistato dal Bari dove vi rimase per 3 stagioni. Nel luglio del ’98 si trasferì a Bologna. Dopo una parentesi al Marsiglia, in Francia, nel 2000 si trasferì al Lecce, con cui chiuse la carriera all’età di 33 anni. Con la nazionale svedese conta 57 presenze e 13 reti, alcune delle quali ai Mondiali 1990 e 1994, in cui si classificò al terzo posto, e agli Europei 1992.
Francesco Serrone

Nessun commento: