8 febbraio 2011

RIPENSANDO BERLINO






Questo week end Sono stato a Berlino e Jena ospite rispettivamente degli Arlechins Herta Berlino BFC e degli Ultras Carl Zeiss Jena per una serie di incontri, dibattiti e presentazioni sul fenomeno ultras e su libri italiani che sono stati tradotti (Tifare contro di Giovanni Francesio) e saranno tradotti (Cani Sciolti, mio) per Burkhardt&Partner, un giovane collettivo ultras editoriale tedesco. Ebbene tralascio le emozioni che questi tre giorni mi hanno provocato l'entusiasmo, la curiosità, la serietà teutonica nell'affrontare l'argomento, nell'organizzare il tutto ( a Berlino hanno riempito a pagamento un locale da 500 posti di sabato sera dopo aver perso in casa il derby contro l'Union Berlin al cospetto di 72000 persone, serie B! A Jena, cittadina della Turingia con la squadra, una ex nobile decaduta, militante nella terza divisione, 100 ragazzi di domenica pomeriggio nel loro multicolore e organizzatissimo covo!).
Non ho null'altro da aggiungere che la gratitudine a quei ragazzi che ci hanno ospitato ( a me e Kai Tippmann, mio fedele amico e prezioso traduttore ufficiale) e la nostalgia canaglia che ci ha preso la gola quando siamo entrati nell'Olympia Stadium gremito per un derby di serie B.
Grazie a Fossa, Marco, Jonas, Cali.
Ringrazio anche i fantastici ultras del Carl Zeiss Jena per l'ospitalità, l'entusiasmo e l'amicizia.

Domenico Mungo

Nessun commento: