23 febbraio 2011

PROMESSE

(AGI) - Torino, 23 feb. - Far rinascere il glorioso stadio Filadelfia, teatro delle gesta della squadra del Grande Torino, di cui oggi sopravvivono poche rovine. Questa la promessa fatta da Davide Gariglio, candidato alle primarie del centro sinistra per la scelta del sindaco di Torino, ai tifosi del Toro questa mattina davanti al Filadelfia. Presenti anche gli ex giocatori Rosario Rampanti, Roberto Salvadori, Gigi Gabetto, Beppe Pallavicini e il cappellano del Torino Calcio Don Aldo Rabino.
  "Oggi questo e' uno degli spazi piu' tristi della citta' - ha detto Gariglio - ma dobbiamo farlo rinascere per i tifosi, i giocatori e i volontari che si occupano di tenere pulita quest?area. Ricostruire il Filadelfia non solo e' il mio sogno da tifoso, ma penso che sia un'esigenza per la citta'. E' una parte della storia di Torino. Se diventero'sindaco mi impegnero' a fondo per risolvere questa situazione che dura da tanti anni". Questa mattina, la prima e la quinta Commissione consiliare del Comune di Torino hanno dato il via libera alla cessione del diritto di superficie in favore della costituenda Fondazione Stadio Filadelfia, per 99 anni. I diritti di superficie riguardano i circa trentamila metri quadrati di area dell'impianto. Il valore del conferimento del diritto di superficie alla Fondazione (che avviera' il progetto di restauro del Filadelfia) sono stati stimati dal tribunale in 1.460.000 euro. Per l'approvazione definitiva, la delibera dovra' ora essere votata dal Consiglio comunale. "Ricostruire il Filadelfia non e' impossibile - ha detto Gariglio ai tifosi - anche la metropolitana sembrava un sogno per Torino, invece e' diventata realta'. Il passaggio di oggi del diritto di superficie alla Fondazione e' molto importante. Certo non potra' rinascere uno stadio per le partite, ma potra' servire per gli allenamenti del Toro, per ospitare il museo del Grande Torino e della Memoria Granata che oggi si trova a Grugliasco, e per far giocare i ragazzi e i bambini del quartiere". (AGI) to1/chc

Nessun commento: