5 febbraio 2011

NARDO'-TRANI


Un’aggressione vile, maturata al termine della partita fra Nardò e Fortis Trani. All’uscita dallo stadio, i sostenitori tranesi sono stati vittime di un’imboscata. Almeno una cinquantina di sostenitori del Nardò hanno sferrato l’attacco ad alcune macchine con a bordo sostenitori tranesi. Fra queste c'era anche la vettura del presidente del Trani, Alberto Altieri.

Un attacco premeditato, con la colpevole assenza delle forze dell’ordine. Solo una macchina di polizia a scortare i supporter tranesi, nonostante il presidente della Fortis avesse inviato al commissariato del comune salentino una segnalazione circa la possibilità di incidenti.

Sono volate pietre contro i finestrini. Il fitto lancio ha prodotto il ferimento al capo di un tifoso tranese, trasportato all'ospedale di Copertino per le medicazioni del caso. Nessun danno invece al pullman che trasportava i sostentori della Fortis.
Durante gli scontri, sono state fatte esplodere due bombe carta. Una di queste è terminata sotto una macchina che aveva a bordo un bambino. Fragorosa esplosione e forte spavento per tutti.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

i tranesi se la sono meritata perche in casa fanno i leoni e fuori fanno i conigli a scrivere sui muri ,e solo quello sanno fare ma a nardo anno capito male

Anonimo ha detto...

forza Nardò i tranesi se la sono cercata

Anonimo ha detto...

forza Nardò i tranesi se la sono cercata