16 febbraio 2011

GRIGI

Simone Lazzarone
Alessandria - L'Alessandria, sta disputando  un campionato strepitoso in Prima Divisione, viaggiando nei primi posti, mostrando un calcio che al Moccoagatta non si vedeva da parecchi anni. Il problema è che manca il pubblico, gli alessandrini non hanno dato la risposta che la squadra avrebbe meritato. La Curva Nord allora, prova a suonare la carica con un comunicato, non uno di quelli pieni di parole che possono annoiare. Poche parole, giuste, decise, per richiamare la gente allo stadio, che tutti devono trovare il tempo di leggere. Ecco la voce del tifo grigio: 
"Siamo arrivati al rush finale, al momento clou del campionato. Quest'anno i ragazzi in maglia  Grigia hanno dato il massimo ed è ora che Alessandria si dimostri "calda" come è sempre stata. E' ora che il ruggito del Moccagatta ritorni a trascinare la squadra verso l'obiettivo Playoff che fino a qualche anno fa non era neanche nei nostri sogni più belli.
Avanti Alessandrini è ora di svegliarsi meno scuse e tutti allo stadio! Ultras Alessandria 1974"
I tifosi grigi hanno conosciuto il fallimento, la ripartenza dal Campionato di Eccellenza, la serie D, dove si faticava a salire, con prestazioni al limite dell'inguardabile. Proprio tra i dilettanti però, la gente allo stadio, c'era. L'anno della promozione dalla D alla C2, la curva era ricca di tifosi. Stessa storia in C2, ora invece in categoria superiore,  la Prima Divisione (la categoria sotto la serie B), con una grande squadra, la gente stenta. In estate è arrivato un imprenditore che ha scongiurato un fallimento che ormai molti tifosi davano per certo, questo nuovo presidente, Giorgio Veltroni, sicuramente avrà avuto come indicazione che il tifo alessandrino era un tifo caldo, capace di essere più volte il dodicesimo uomo in campo. Diventa difficile far capire che quel racconto fosse vero. Ora è venuto il momento di tornare allo stadio e dimostrare che il dodicesimo uomo ad Alessandria c'è ancora.

Nessun commento: