06 febbraio 2011

GENOA-MILAN

Scontri tra la polizia e un centinaio di genoani prima del fischio di inizio di Genoa-Milan. Un consistente gruppo di tifosi rossoblù si è radunato sotto la stele che ricorda Vincenzo Spagnolo sul piazzale davanti al Ferraris. Poi si sono tirati sul capo i cappucci delle felpe, hanno indossato i caschi e sono corsi contro i cancelli degli Ospiti per tentare un'irruzione nel settore riservato ai milanisti.

La polizia è intervenuta esplodendo lacrimogeni ai quali i ragazzi hanno risposto con il lancio di bottiglie vuote e fumogeni.

Intemperanze erano già capitate durante il trasfeirmneto in pullman dei tifosi rossoneri dalla stazione di Principe allo stadio. Dai finestrini del pullman erano piovute bottiglie e lanciati fumogeni.

E' per la prima volta dopo 16 anni dall'omicidio di Vincenzo Claudio Spagnolo che i tifosi milanisti sono ammessi allo stadio di Genova. Appello di Cosimo, il papà di "Spagna": "Le tifoserie devono dare dimostrazione che una cosa del genere non deve accadere più. Lo sport deve vincere sempre sulla violenza. Il ritorno dei tifosi è un fatto positivo".

Nessun commento: