13 ottobre 2010

SERBI CONTRO IL CALCIO MODERNO

Mentre scrivo aumenta il numero di caschi blu feriti a Genova, Marassi è ostaggio delle orde serbe, Sconcerti spara cazzate a reti unificate con i suoi colleghi Rai. 
Perchè, ha ragione Domenico, il dato meno confortante di stasera è l'ignoranza oserei definire "gelminiana" di questa gente, sbirri e pennivendoli, davanti al fenomeno ultras balcanico che, faccio un esempio, Supertifo ha illustrato magistralmente. 
Ma gli sbirri e i pennivendoli non leggono Supertifo nè Ultrasblog. 
Male, perchè noi non ci stupiamo e voi, sbirri e pennivendoli, invece siete lì a schivare razzi e a dare interpretazioni strampalate su striscioni e saluti tradizionali dei giocatori serbi alla loro Curva. 
Siete ignoranti, non vi informate, pontificate sul nulla e non fate i compiti a casa. 
Io ne so molto più di voi, valgo più di voi, perchè io studio e voi no, io mi informo e voi no, io sono curioso e voi presuntuosi, io intelligente e voi teste di cazzo. 
Come il miles gloriosus di Plauto vantate imprese mai compiute, fate ridere quando aprite bocca e non sapete neanche dove si trovi Belgrado, quante sofferenze abbiamo creato in quella terra bombardandola nel 1999, quanti lutti, quante macerie, quante vittime innocenti per un pompino del compagno D'Alema al "democratico" Clinton. Vi supite se ci odiano e noi non ci stupiamo della vostra ignoranza.
Questa serata ve la ricordere a lungo e a lungo non dimenticherete mai di essere diventati una barzelletta in mondovisione. Così, oltre a noi, tutto il mondo vi riderà appresso.
 Ultras liberi!
Vincenzo

3 commenti:

Anonimo ha detto...

OTTIMA RIFLESSIONE!!!

Anonimo ha detto...

BRAVO

Anonimo ha detto...

sei malato