20 ottobre 2010

ROMA-BASILEA

(ASCA) - Roma, 20 ott - Sono tre i bagarini fermati e arrestati in concomitanza con i controlli di prefiltraggio a ridosso dell'area riservata dello stadio Olimpico, ieri sera, in occasione dell'incontro di calcio Roma-Basilea valido per la Champions League 2010/2011.

I tre, bloccati da personale della Polizia Amministrativa della Questura, tentavano di attirare i clienti offrendo i biglietti per l'accesso all'impianto: erano in possesso di biglietti nominativi intestati a terze persone e corredati di fotocopie dei documenti dei rispettivi intestatari.

Uno dei tre fermati e' risultato sottoposto a Daspo per essere stato gia' sorpreso nell'attivita' di bagarinaggio in occasione di precedenti partite. Per lui, settantenne e con alle spalle una carriera ''di lungo corso nel settore'', e' scattato l'arresto per la violazione del provvedimento interdittivo gia' in atto. Per gli altri 2, invece, oltre alla denuncia per bagarinaggio, e' stato adottato il Daspo per la durata di 2 anni. Solo per uno dei 3 e' scattato anche il foglio di via obbligatorio con il divieto di ritorno a Roma per 3 anni.

Fermate anche 20 persone sprovviste di biglietto tra cui 4 minori. Per tutte e' scattata la violazione del regolamento d'uso. I minorenni sono stati affidati ai rispettivi genitori.

Nessun commento: