23 ottobre 2010

LA VERITA' SU REAL-MILAN

Prima di Real Madrid-Milan, come ormai risaputo, ci sono stati degli scontri tra la polizia e gli ultras rossoneri accorsi nella capitale spagnola per sostenere i ragazzi di Massimiliano Allegri contro la squadra guidata da Josè Mourinho. La UEFA, scottata dai fatti accaduti a Genova solo dieci giorni fa, aveva indicato la sfida tra le due regine d'Europa come ad alto rischio. La stampa spagnola, con i suoi quotidiani principali, AS e Marca, per tre giorni consecutivi, da domenica a martedì, ha contribuito ad aizzare il clima di tensione verso i supporters milanisti pubblicando articoli volti ad estremizzare la figura degli ultrà come dei delinquenti e pubblicando fotografie scattate in momenti che poco centravano con il calcio giocato, come quella apparsa su Marca il giorno della partita dove venivano ritratti i capi della Sud il giorno del raduno a Milanello con i fumogeni accesi e le bandiere in mano, interpretandola, volutamente, come un momento di violenza quando ciò non era assolutamente vero. Come ad ogni trasferta, i tifosi del Milan che seguono la squadra anche fuori Milano, sono arrivati in corteo al Santiago Bernabeu e subito sono stati circondati dalla polizia in tenuta anti-sommossa. Chi scrive era presente al Bernabeu e può testimoniare come siano state le forze dell'ordine spagnole a caricare i tifosi milanisti e non viceversa, un vizio che la Guard Civil ha intrinseco nella sua indole e che, nel marzo del 1989, sempre prima di un Real Madrid - Milan di Coppa dei Campioni, aveva caricato brutalmente, a scopo intimidatorio, i gruppi organizzati rossoneri. Dopo la prima carica, i responsabili della Curva, che guidavano il corteo, hanno cercato di placare gli animi con i poliziotti che li stavano "scortando" verso il loro settore ma dopo qualche tentativo di rimettere le cose a posto, c'è stata una nuova carica da parte della polizia che ha portato ai fermi di alcuni milanisti. Dopo la seconda carica, finalmente, i quasi 3000 accorsi al Bernabeu, sono stati fatti salire nella torre che li avrebbe condotti nel settore a loro dedicato per assistere alla partita. Al termine del match, il deflusso è stato regolare e non si sono registrati nuovi incidenti ma, ancora una volta, la stampa spagnola è riuscita a vedere il marcio anche dove non c'era. Non contenti, i media spagnoli hanno prodotto alcuni servizi dove, per difendere sia il loro operato che quello della polizia, hanno alterato le immagini, ed il corso degli eventi, per sostenere e dimostrare le loro tesi.

Nessun commento: