27 ottobre 2010

GROSSETO-LIVORNO

Grosseto, 27 ottobre 2010 - E’ accusato di avere rubato le sciarpe a due tifosi del Livorno, poche ore prima del derby Grosseto-Livorno giocato sabato scorso allo Zecchini. Un grossetano di 22 anni, A. M., ultrà biancorosso, è finito in manette per rapina impropria, per avere, per ben due volte, portato via con la minaccia i 'vessilli' dei tifosi labronici. Secondo quanto ricostruito dalla polizia, il giovane si è avvicinato una prima volta ai due livornesi dopo averli visti uscire dalla stazione ferroviaria, nelle prime ore del pomeriggio di sabato.

Con un amico in scooter li ha seguiti, affiancati e ha portato via le sciarpe, oltre un furto anche un gesto considerato oltraggioso tra tifoserie. I due ragazzi sono poi riusciti a riprendersi il maltolto e hanno deciso di ripiegare le sciarpe dentro gli zaini che avevano con sé. Il grossetano, sceso nel frattempo dallo scooter, e incontrato gli altri quattro ragazzi è tornato alla 'caccia' dei livornesi e li ha trovati poco dopo. A quel punto i cinque, pare, si siano avvicinati e con la 'forza delle minacce' hanno aperto gli zaini degli ultrà amaranto e hanno di nuovo portato via le sciarpe. A quel punto è intervenuta la polizia che ha condotto il gruppetto di grossetani in questura. Per il ventiduenne sono poi scattate le manette. Per gli altri quattro ancora da valutare se sottoporli a Daspo. Ieri arresto convalidato e scarcerazione.

1 commento:

Anonimo ha detto...

http://www.alelivorno.it/index.php?option=com_joomgallery&func=detail&id=455&Itemid=34

Non c'erano ultras livornesi a Grosseto in quanto la curva nord di Livorno si è sciolta e non esiste più nessun gruppo a rappresentarla. (sopra la foto di sabato)