05 ottobre 2010

CURVA NORD PISA

Curva Nord: Ripartiamo da dove c'eravamo lasciati....
 
È passato quasi un mese dall’assemblea pubblica dove sono stati dibattuti i
problemi del tifo legati all’introduzione del decreto, della tessera, e alle
numerose diffide arrivate o in arrivo per i gruppi della Nord. Come avevamo
preannunciato in quell’occasione, siamo stati colpiti in questi giorni dalle
diffide di Cecina: un anno senza poter seguire il Pisa per aver scavalcato un
campetto per avvertire della morte di un ragazzo e chiedere la sospensione
della partita. Ricordiamo ancora una volta che all’epoca dei fatti, tutti,
compresi staff e giocatori del Pisa, ci avevano dato ragione del gesto,
dichiarando che davanti alla morte di un ragazzo è giusto che il calcio si
fermi. Ma non si è fermata la macchina della repressione, e queste diffide ne
sono l’ennesima testimonianza.
 
Come se non bastasse, nel frattempo sono arrivate anche altre diffide: sia per
ChioggiAggiungi un appuntamento per oggia, per aver esposto lo striscione fuori
dallo stadio “I divieti non fermeranno il nostro tifo” (ricordiamo che la
trasferta era vietata perché ritenuta a “rischio”), sia per Pisa-Chieti dove
sono state accese due o tre torce per coreografia, per ravvivare quell’inutile
partita della Poule scudetto, dove eravamo più o meno trecento persone in tutto
lo stadio.
 
Andare avanti per noi è sempre più difficile: le diffide ci hanno decimato, le
trasferte sono sempre più un problema, e i divieti e le restrizioni sempre più
severi. Noi proveremo ancora ad andare avanti, ma ovviamente la situazione va
sempre peggiorando.
 
Ad ora l’unico risultato certo e ben visibile della tessera del tifoso è
quello di aver svuotato gli stadi, e in particolare i settori ospiti che sono
praticamente deserti.
 
Noi all’assemblea lanciammo una proposta alla Società, proposta che intendiamo
rilanciare in questo comunicato: fare un carnet di biglietti per 5 o 10
partite, ai prezzi stabiliti dalla Società. Considerando i pochi abbonati di
quest’anno (grazie alla tessera!), l’emissione di questi carnet a nostro avviso
sarebbe una bella iniziativa, sia per la tifoseria che per il Pisa stesso, che
porterebbe più persone allo stadio e che sarebbe un bel gesto nei confronti di
coloro che a causa della tessera hanno dovuto rinunciare ad abbonarsi. Pensiamo
e auspichiamo che ci siano degli escamotage per un’iniziativa del genere,
sperando che la legge non lo impedisca. A noi l’Arena piace vederla piena e
roboante di tifo e passione, e, fintanto che riusciremo a rimanere in piedi,
faremo di tutto per renderla così.
 

Nessun commento: