01 ottobre 2010

Comunicato Ufficiale Curva Sud FOGGIA

Finalmente si ritorna nel nostro caro “Zaccheria” dopo un esilio forzato di oltre un mese. L´entusiasmo è alle stelle ma non bisogna mai dimenticarsi quando le cose non erano così entusiasmanti. Dobbiamo ricordare che abbiamo rischiato seriamente di sparire dal calcio professionistico. Così come dobbiamo ricordare che a fronte di tutta questa affluenza di pubblico AL CORTEO PER SALVARE L´U.S. FOGGIA 1920 C´ERANO SOLO 200 PERSONE. Oggi chiediamo quindi di rispettare sempre le decisioni dei gruppi organizzati e di seguire le indicazioni dei coristi per evitare spiacevoli conseguenze.

Questo campionato è iniziato con l´introduzione a pieno regime della “Tessera del Tifoso” con tutte le sue evidenti contraddizioni (come fate a credere ancora alle parole dei leghisti è incredibile!!!). Noi come Curva Sud Piero ci siamo schierati assolutamenti contrari,salvo l´evolversi delle cose a livello nazionale. PORTEREMO AVANTI UNA NOSTRA MINI FORMA DI PROTESTA CHE CONSISTE IN 10 MINUTI DI SCIOPERO DEL TIFO. Ovviamente chiediamo a tutti di rispettare questa nostra forma di protesta per tenere calda l´attenzione su una questione molto importante. E altrettanto ovviamente chiediamo che dopo questi 10 minuti di silenzio, dove in cuor nostro ci sentiremo esplodere,sentiremo il sangue di ribollire di orgoglio e di passione per questi colori, che la CURVA ma tutto lo STADIO diventi quella bolgia infernale tanto famosa ai tempi di Zemanlandia. Vogliamo che si ripeti il miracolo? Beh che lo Zaccheria torni quella bolgia di una volta, quella tempesta di bandiere, mani alzate che sostenne una delle favole calcistiche più belle della storia.

A scanso di equivoci vorremmo poi chiarire la nostra posizione in merito ad alcune strane voci che circolano nella nostra città nei confronti dei cosiddetti tifosi tesserati della curva. Pur essendo contrari alla tessera, non abbiamo nessun rancore o “veleno” nei loro confronti. Siamo ultras, chiediamo libertà per noi stessi e rispettiamo la libertà di chi, valutando i pro e i contro di questo provvedimento, ha ritenuto opportuno sottoscriverla. Ci chiedevano le persone “ Ma è vero che domenica in curva aggredirete i tifosi tesserati”? ASSOLUTAMENTE NO! MA CI SIAMO IMPAZZITI? Non abbiamo motivo i nostri nemici sono ben altri. E chi fa il tifo per la nostra stessa squadra può mai diventare un nemico? La cosa strana è come fanno le persone a dar peso a certe stronzate. A chi vuole la morte del mondo ultras, un mondo dove si vedono le cose per come sono e non per come ce le fanno vedere i mezzi di informazione, la divisione tra noi stessi tifosi non sarebbe altro che la ciliegina sulla torta del loro progetto.

L´UNICA COSA CHE CHIEDIAMO A CHI VIENE IN CURVA E´ IL TIFARE. TIFARE CON LE MANI, CON I PROPRI COLORI, SCIARPE, BANDIERE, FUMOGENI E IL RISPETTO DEI GRUPPI E DELLE INDICAZIONI DEI CORISTI. Vuoi venire in curva? La curva è il posto dove viene prima il tifo e poi la visione della partita. Questo chiediamo a tutti i ragazzi della curva, tesserati o non tesserati.

Nessun commento: