01 novembre 2007

Violenza negli stadi

ROMA - Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al 'pacchetto sicurezza', provvedimento suddiviso in quattro disegni di legge cui si sono aggiunti un ddl in materia di falso in bilancio e tre provvedimenti per la sicurezza negli esercizi commerciali.

Tra le misure più interessanti, in ottica giovanile, troviamo senza dubbio quelle relative al decoro urbano, allo sfruttamento dei minori, alla violenza negli stadi e alla moneta elettronica.

DECORO URBANO. In caso di occupazione abusiva di luogo pubblico il sindaco e il prefetto possono ordinare l'immediato ripristino dello stato dei luoghi a spese degli occupanti e la chiusura dell'esercizio fino all'adempimento dell'ordine. Pene più severe per i cosiddetti graffitari. In caso di condanna per danneggiamento, deturpamento o imbrattamento di cose altrui, la sospensione condizionale della pena è subordinata alla "eliminazione delle conseguenze dannose del reato" oppure alla prestazione di attività non retribuita a favore della collettività.

MINORI. Fino a tre anni di carcere per chi "si avvale per mendicare di una persona minore degli anni 14". Si introduce inoltre la perdita della potestà del genitore nel caso in cui i reati di riduzione o mantenimento in schiavitù, tratta di persone siano commessi dal genitore o dal tutore. Prevista infine la reclusione da uno a tre anni per chi, "allo scopo di sedurre, abusare o sfruttare sessualmente un minore di anni 16", intrattiene con lui, anche attraverso la rete Internet o altri mezzi di comunicazione, una relazione "tale da carpire la fiducia del minore".

VIOLENZA NEGLI STADI. Reclusione da sei mesi a tre anni e multe da 1.000 a 5.000 euro, per chiunque, nei luoghi in cui si svolgono manifestazioni sportive o sui mezzi di trasporto per arrivarci sia trovato in possesso si razzi, bengala, petardi o bastoni, mazze e oggetti contundenti. La sanzione si applica anche nelle 24 precedenti e successive alla manifestazione sportiva.

MONETA ELETTRONICA. Oltre al pacchetto sicurezza il Consiglio dei ministri ha varato un provvedimento a tutela della sicurezza degli esercizi commerciali. Il testo, che sarà presentato come emendamento alla Finanziaria, prevede l'incremento dell'utilizzo di sistemi di videosorveglianza e l'incentivazione del ricorso a sistemi di pagamento elettronico nelle tabaccherie anche per pagamenti di piccola taglia.

Nessun commento: