15 novembre 2007

MATARRESE, DE NUEVO TU?

''Non abbiamo paura a combattere questa gentaglia''. Lo ha detto Matarrese sostenendo che il mondo del calcio e' compatto contro i tifosi violenti. ''Guardiamo avanti senza abbassare gli occhi: chi deve vergognarsi li abbassi pure, noi no. Non abbiamo paura del nemico'' ha affermato il presidente della Lega dopo il Consiglio Figc che ha approvato lo stop ai campionati di B e C. ''Quanto avvenuto domenica -ha aggiunto- ci fa scoprire una realta' delinquenziale pericolosa, che non possiamo piu' ignorare''.
"Il calcio italiano si affidera' alla Chiesa: dopo i tragici fatti di domenica scorsa, stiamo per costituire con dirigenti, giornalisti e forze dell'ordine un'assise consultiva sul mondo del calcio della quale invito a far parte anche il Segretario di Stato vaticano, il Cardinale Tarcisio Bertone". Lo afferma Antonio Matarrese, presidente della Lega Calcio, in un'intervista al sito cattolico Petrus.
''Apprezzo da sempre il Cardinale Bertone -dice Matarrese- ed ovviamente stimo il Santo Padre. Con il Cardinale Bertone, amante dello sport, e' nata subito una sincera sintonia, quindi ritengo opportuno far tesoro anche dei suoi saggi consigli per uscire da questa fase molto critica che sta attraversando il calcio. Attraverso il vostro 'Petrus', il Cardinale Bertone, in attesa della comunicazione ufficiale, sappia che, se vorra', potra' far parte di questa grande assise sul mondo del calcio; spero che accetti, spero che ci faccia sapere, attendiamo i suoi suggerimenti". Chiesa e calcio estranei? "No, perche' mai?!? Intanto mi risulta che il Santo Padre Benedetto XVI sia un amante del bel calcio; poi il Cardinale Bertone se ne intende, possiede il carisma e l'entusiasmo giusti. Voglio coinvolgerlo con un ruolo istituzionale, abbiamo bisogno di lui".

Nessun commento: