13 novembre 2007

A Macalli prudono le mani

Firenze, 13 nov. - (Adnkronos) - ''Per risolvere i problemi in cui si dibatte il calcio italiano ci vorrebbe al governo una Thatcher che aveva quegli attributi che i nostri governanti non mostrano di avere. E proprio essi ci impongono di prendere decisioni che il mondo del calcio non avrebbe mai preso''. Solo una figura come quella di Margaret Thatcher potrebbe rimettere le cose a posto: ne e' convinto Mario Macalli, presidente della Lega di serie C. ''In sei mesi di permanenza in Italia la Thatcher risolverebbe tutte le questioni come ha fatto a suo tempo con gli hooligans'', dice Macalli riferendosi ai provvedimenti che sono stati adottati in Inghilterra quando la Thatcher era primo ministro. ''Invece in Italia c'e' troppo garantismo verso la delinquenza comune'', osserva Macalli. Oggi il giudice sportivo della Lega di Serie C ha punito il Taranto con la sconfitta a tavolino per 0-3 contro la Massese e con 4 turni da disputare a porte chiuse: la sanzione e' legata al comportamento tenuto da una parte dei sostenitori pugliesi nel corso del match che domenica e' stato sospeso nel corso della ripresa. ''Io non entro nel merito delle sanzioni adottate dal giudice sportivo della serie C nei riguardi del Taranto -dice Macalli-, perche' non e' stato mai mio costume attaccare l'autonomia della giustizia sportiva. Dico invece che il momento e' delicatissimo dal punto di vista dell'ordine pubblico legato al calcio, c'e' troppo garantismo che offre coraggio alla delinquenza comune''.

Nessun commento: