11 novembre 2007

In difesa di Gabriele

"A prescindere dalle dinamiche dell'incidente è vergognoso che il sistema calcio prosegua con indifferenza e cinismo il suo show" lo dichiara con una nota Fabrizio Santori, membro dell'esecutivo romano di Alleanza nazionale in merito alla morte di Gabriele Sandri, tifoso della Lazio ucciso nell'area di servizio di Arezzo sul'A1."Per quanto ci riguarda abbiamo sospeso la proiezione delle partite nel nostro circolo ricordando con un piccolo segnale la morte di Gabriele, - prosegue la nota - ma questo contesto di totale indifferenza e freddezza per la morte di un giovane di 28 anni ci indigna". "Conoscevamo Gabriele per il suo impegno sociale e per la sua passione oltre che per la Lazio anche per la musica, - conclude la nota - troviamo assolutamente incomprensibile il fatto che fin da subito si cominci ad incolpare la violenza della tifoseria e i tifosi in generale quando ancora non si conoscono le dinamiche dell'accaduto" (red).

Nessun commento: