12 novembre 2007

HERE COMES THE RAIN AGAIN di Domenico Mungo

Ho conosciuto Vincenzo in una fresca notte di fine giugno abbarbicati su una rotatoria a ridosso del dehor di un bar di paese. Assediati da zanzare, tonnellate di sigarette e lugubri vaticini sul futuro del mondo ultras. Ci siamo annusati, come fanno i cani selvatici, ci siamo divisi la scodella più e più volte, abbiamo iniziato a stimarci e volerci bene, anche se io lanciavo cori e caricavo dalla curva opposta alla sua. Ma opposta sul serio.
Perchè sebbene con colori diversi pensiamo con un cuore solo.
Abbiamo iniziato a collaborare, stiamo scrivendo qualcosa di interessante a due mani. Soprattutto stiamo pensando, ragionando e condividendo la nostra storia e la nostra realtà.
Vincenzo ad un certo punto mi ha subliminalmente invitato nel suo blog, non me l'ha detto ufficialmente, anche se lo speravo. Gliel'ho chiesto io. Ed è stato felice di ospitarmi. Questo è il mio primo post nel giorno che è l'ennesimo day after del mondo ultras italiano. Quello che è successo ieri lo sapete tutti. Quello che è successo negli ultimi trent'anni è bene che nessuno lo dimentichi. Quello che succederà lo racconteremo insieme, Vincenzo ed io. Lo faremo senza retorica, aggiungendo qualcosa di meno banale e privandoci/vi della solita dis-informazione di regime. Vi consiglieremo letture e film, vi aggiorneremo con i dispacci di agenzia e con il tam tam delle curve. Cercheremo solo di comunicare e pensare.
Anche se piove di nuovo, non può piovere per sempre...

Nessun commento: