11 novembre 2007

Gabriele sul web

ROMA - "Onore al dj Gabriele", "Assassini" e ancora: "Guardie assassine: 10-100-1000 Raciti". La rabbia degli ultras è già scoppiata sul web appena si è diffusa la notizia dell'uccisione, in un autogrill in provincia di Arezzo, del ventiseienne romano Gabriele, dj e tifoso della Lazio. L'amarezza dei tifosi si è scagliata anche contro la memoria dell'ispettore Filippo Raciti, ucciso il 2 febbraio scorso a Catania durante gli scontri tra ultras. Un sito (www.ultrasmad.com) mostra in fotografia un'immagine del giovane Gabriele sorridente; sotto campeggia la scritta: 'Riposa in pace'. Molti i siti che sono stati oscurati dalle stesse tifoserie in segno di lutto: www-aromasololalazio.it scrive: "sito chiuso per lutto. Assassini". E su Tifo-net si legge: "In seguito al tragico evento della morte del tifoso della Lazio Tifo-net resta oscurato per qualche giorno in segno di lutto".

3 commenti:

Anonimo ha detto...

DIVISI PER FEDE
UNITI DALLA MENTALITA'

CIAO GABRIELE

NESTADIFESALESTA

MU CREW ha detto...

Cordoglio per la morte di Gabriele.
MU CREW

Anonimo ha detto...

è incredibile come la vita non abbia più un signifcato profondo!Un poliziotto imbecille che impugna una pistola e di colpo spara da una distanza incredibile,neanche avesse visto totò riina!
Ma la cosa + squallida è "l'uso" che hanno fatto di questa morte,la massa di idioti chiamati ultras!
X questi teppisti ogni motivo è valido x distruggere e creare caos!
Se avessero avuto a cuore la morte di un giovane avrebbero protestato con silenzio e dolore,così come si fa quando c'è una vittima!
Gli ultrà e la polizia sono due facce diverse di una stessa medaglia!