27 novembre 2007

Così ci fate commuovere

l prefetto di Bergamo, Camillo Andreana, raccogliendo l’indicazione dell´Osservatorio del Viminale, ha confermato la chiusura della Curva nord e del settore ospiti dello stadio di Bergamo in occasione di Atalanta-Napoli di domenica. Il divieto agli ultrà atalantini fino al 31 marzo 2008 era stato già disposto dal giudice sportivo della Lega, Gianpaolo Tosel, dopo gli incidenti che costrinsero l’arbitro a interrompere dopo 7’ la partita con il Milan l’11 novembre, la domenica dell’omicidio del tifoso laziale Gabriele Sandri. Nelle osservazioni trasmesse dal Viminale si fa tra l´altro notare che «la tifoseria del Napoli, su diciassette incontri monitorati, è rimasta coinvolta in dieci episodi che hanno determinato turbativa all´ordine pubblico» e che «le tifoserie di Atalanta e Napoli, da tempo rivali, si sono rese protagoniste di violenti episodi».

Aprire gli stadi alle famiglie, ai bambini. Il messaggio dell’Osservatorio all’indomani della morte del tifoso laziale, e dopo l’incredibile spirale di violenza scatenatasi all’interno e all’esterno degli stadi in più città, continua a far proseliti. Dopo Inter e Udinese, anche il Napoli e l’Atalanta potrebbero aprire ai giovani.
L’appuntamento è a brevissima scadenza, domenica. Per la sfida tra l’Atalanta e gli azzurri. La curva degli ultrà atalantini è chiusa, vietata la trasferta ai tifosi partenopei. Perchè non dare spazio ai bambini?
Ieri, nel corso della trasmissione di Tele A «A tempo scaduto», la proposta è stata lanciata dall’ex del Napoli e dell’Atalanta Vavassori, dal tecnico dei bergamaschi Del Neri, e dal dg del Napoli, Marino. Comune l’auspiscio che nelle curva chiusa dello stadio di Bergamo domenica possano essere ospitati 5.000 bambini dell’Atalanta e del Napoli.

Nessun commento: