28 novembre 2007

CARRARESI


Comunicato Curva Nord Lauro Perini

Anche noi come Curva Nord Lauro Perini aderiamo alla forma di protesta che è stata decisa, fra le altre, dagli incontri avvenuti a Milano. Questo perché riteniamo giusta una risposta Ultras al susseguirsi delle vicende iniziate dall'uccisione di Gabriele Sandri. Domenica mattina 11 Novembre 2007, infatti, un poliziotto uccideva con un colpo di pistola alla testa questo ragazzo, solamente perché partecipe di una presunta rissa (?!). Da questo purtroppo è scaturito, come sempre ormai succede, una condanna unanime da parte delle istituzioni (in primis dal nostro "carissimo" ministro Amato, già autore del precedente decreto assieme al ministro Meandri), dai vertici di polizia e dalla quasi totalità degli organi di informazione verso il mondo Ultras.

I fatti di quella mattina, avvenuti alle 9:00, sono stati volontariamente tenuti nascosti fino alle 13:00. Da subito si voleva far passare l'accaduto come accidentale (colpi sparati in aria) ed oltre a questo senza sospendere, come già avvenuto per il caso Raciti, le partite:

LA MORTE E' UGUALE PER TUTTI!

Questo ha fatto si che, dalla rabbia per questi assurdi e vergognosi comportamenti tenuti dalle istituzioni, avvenissero nel pomeriggio degli scontri a Bergamo, Taranto, Milano e a Roma in serata, dopo la conferenza stampa delle 19:00, in cui il questore di Arezzo (probabilmente pilotato dai vertici), senza il benché minimo umano rispetto per la vita spezzata, parlava ancora di colpi sparati in aria, quando la realtà dei fatti era già fin troppo chiara a tutti, cioè Omicidio!!!

Questi scontri sarebbero stati evitati dando chiaramente notizia immediata della verità, e trattando il poliziotto come qualsiasi cittadino, che invece è tuttora in libertà, senza essere mai stato sottoposto ad esami alcolemici e tossicologici subito dopo il fatto, come di consueto avviene in questi casi.

Forse tutto questo era proprio studiato e voluto...?!

Questa decisione allo sciopero del tifo oggi non va comunque ad intaccare la nostra mentalità Ultras, né a modificare il nostro giudizio su quelle tifoserie che continuano ad impugnare orgogliosamente le lame, a lucrare sul tifo e, e più recentemente, a sottomettersi per sporchi interessi alle autorizzazioni per striscioni, impianti audio e quant'altro.

Noi siamo contro a tutto questo da sempre, ritenendo proprio suddetti comportamenti, da parte di certe curve, il pretesto per le istituzioni di varare decreti anticostituzionali (vedi libertà di espressione scritta e verbale!!!) e conferire poteri speciali alle forze dell'ordine (vedi Daspo preventivi, sommari, arbitrari e ingiustificati!!!!!).


Non ci avrete mai come volete voi!!!

Curva Nord Lauro Perini

Nessun commento: