24 novembre 2007

Almeno non lo insulta nessuno

"Era una decisione che doveva essere presa per calmare le acque". Carlo Ancelotti commenta così la decisione dell'Osservatorio nazionale sulle manifestazione sportive di vietare la trasferta ai tifosi juventini in occasione della partita con il Milan, sabato 1 dicembre. Aggiunge Alessandro Costacurta: "Se ne è parlato molto, ma non vedo il problema. L'importante è che ci saranno meno rischi di scontri e meno agenti preoccupati di prendere le botte: io sto con la polizia. Negli Stati Uniti sono più avanti di noi, non ci sono tifoserie organizzate e chi vuole seguire la squadra in trasferta ci va da solo".

Nessun commento: