12 novembre 2007

Adesso contrattaccano

Gli uomini della Digos di Milano lavorano a tempo pieno visionando decine di filmati e fotografie per identificare i tifosi che ieri, dopo la morte di Gabriele Sandri, il tifoso laziale colpito ad Arezzo da un proiettile esploso da un'agente della stradale, hanno preso di mira il commissariato di via Novara e la sede della Rai in corso Sempione. La procedura dell'arresto in flagranza differita, prevede al massimo 48 ore per la contestazione dei reati. Sono attesi per domani, dunque, i provvedimenti nei confronti dei tifosi protagonisti di una sassaiola contro il commissariato di polizia vicino allo stadio San Siro.

Nessun commento: